Amazon, magazziniere muore d’infarto ma nello stabilimento si continua a lavorare come se nulla fosse

Negli ultimi anni sono stati segnalati diversi decessi di lavoratori in Amazon

Lo scorso 27 dicembre il magazziniere Rick Jacobs, 61 anni, ha avuto un infarto ed è morto mentre era sul posto di lavoro, nello stabilimento di Amazon a ​​Colorado Springs. Ma la “macchina” non si può fermare e quindi i responsabili del turno hanno circondato il corpo con scatoloni e proseguito le operazioni come se nulla fosse accaduto. Questo è quello che hanno raccontato alcuni colleghi della vittima, costernati per il comportamento dell’azienda. Dal canto suo Amazon ha negato che le scatole fossero utilizzate per isolare l’area spiegando che i responsabili si sono adoperati per fare in modo che nessuno si avvicinasse al corpo. I lavoratori che sono giunti nel magazzino per il turno successivo affermano però di non essere stati avvisati di nulla e che il lavoro è continuato regolarmente mentre in azienda si attendeva l’arrivo del medico legale.

I dipendenti sono stati informati ufficialmente dell’accaduto solo una settimana dopo che si era verificato l’incidente. 

Fonte (articolo intero): https://www.ilfattoquotidiano.it/2023/01/11/amazon-magazziniere-muore-dinfarto-ma-nello-stabilimento-si-continua-a-lavorare-come-se-nulla-fosse/6932494/amp/

Articolo creato 192

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi